Sciare sul Monte Zoncolan - Offerto da Flumen Viaggi

0
Giorni di durata
0
Partecipanti
0
Pasti previsti

Programma

Quota di partecipazione in camera doppia                            € 505,00
(minimo 15 partecipanti)
Supplemento singola                                                                       € 105,00 

La quota comprende:
– hotel 3 stelle con SPA, in mezza pensione bevande incluse (1/2 l di acqua ed ¼l di vino) ad Arta Terme (uso piscina sauna e bagno turco inclusi);
– skypass plurigiornaliero della durata di 6 giorni;
– coinvolgente serata a cura di un esperto della montagna, sul tema “Montagna” e attività in Carnia;
– assicurazione medica.

Quotazione ducato o bus su richiesta
Pacchetto disponibile anche per un numero diverso di notti e per periodi diversi, quotazione su richiesta.

Escursioni consigliate:

Visita al borgo e degustazione in latteria a Sutrio

Sutrio è un paese dalle tipiche abitazioni montane dove nelle numerose botteghe artigiane da secoli si lavora il legno. E’ sicuramente uno dei più caratteristici borghi della Carnia, caratterizzato da un centro storico ben restaurato, con le tipiche case in pietra che si affacciano su stradine lastricate. Degno di nota è il Presepe di Teno, uno straordinario esempio di artigianato locale frutto del paziente lavoro trentennale di Gaudenzio Straulino, detto “Teno”, che per quasi 30 anni ha ampliato e perfezionato la propria opera arricchendola di particolari tutti rigorosamente in legno. Costruito con precisione e accuratezza, il Presepe ricostruisce la vita del borgo di Sutrio, tanto da poter essere considerato un museo etnografico in miniatura che lascia tutti coloro che lo visitano incantati. Stupefacente nelle dimensioni e nella ricchezza di ambientazioni e personaggi, il Presepio ha la particolarità di inserire la Sacra Rappresentazione nel paese di Sutrio, creando un originale connubio tra gli elementi del Presepio classico e le scene di vita e lavoro popolare degli abitanti del borgo alpino, con le sue caratteristiche case ad archi risalenti al Sei-Settecento.

Vista al Caseificio Alto But. Saremo accolti dal casaro che ci guiderà nella preparazione dei formaggi tipici della Carnia. Durante la visita avremmo modo di imparare come il latte diventi formaggio. Alla fine della visita degusteremo gli ottimi prodotti.

Visita di Venzone, cittadina fortificata dai forti tratti medievali, molto vicina al confine con l’Austria, la Slovenia e la costa adriatica. Venzone è stata infatti crocevia di genti e di merci fin dal tempi dei Celti (500 a.C.). Nel 1965 Venzone, con la sua Loggia Comunale, il Duomo, il campanile ed il tempietto delle mummie, è stata dichiarata monumento nazionale di grande interesse storico ed artistico e per beffa del destino, nel 1976, è stata quasi interamente distrutta dagli eventi sismici del 6 maggio e del 15 settembre. Oggi Venzone è rinata mediante un’operazione tecnico-culturale senza precedenti, ricomponendo la sua identità architettonica, grazie alla ricostruzione pietra su pietra dei suoi edifici (sui cui muri si notano ancora i numeri scritti in rosso).

Ciaspolata sul Monte Zoncolan: l’habitat montano cambia ad ogni angolo e ci sorprende sempre, regalandoci emozioni e tanta serenità.

Pesariis, affascinante borgo della Val Pesarina, situato a metà strada tra la Carnia e il Cadore, conosciuto come il paese degli orologi. Questa frazione di Prato Carnico vanta un’antica tradizione risalente agli inizi del XVIII secolo: la produzione di orologi per torri civiche e campanarie, nello specifico, è documentata già a partire dal 1725. Visitando questa caratteristica località del Friuli, potrai imbatterti in tantissimi orologi di ogni genere: calendari perpetui, carillon, scacchiere, vasche d’acqua, planisferi. Una tappa al Museo dell’Orologeria Pesarina, permetterà di approfondire quest’antica tradizione artigiana. E’ stato inaugurato nel 1996, di fronte alla Casa Bruseschi. L’edificio è stato ricavato da una ex stalla e l’esposizione si svolge su due piani. Al primo, gli orologi da torre – dai più antichi con gli ingranaggi in ferro, a quelli in ottone del 1800, a quelli infine del Novecento a ricarica automatica. Al secondo piano, si trovano invece prevalentemente la produzione del secolo appena trascorso: i rivoluzionari (al tempo) prototipi senza lancette, gli orologi piloti, le timbrature e la produzione degli artigiani locali ancora operanti in Val Pesarina.

Ingresso alle Terme di Arta, un luogo dove dimenticare l’orlologio! In queste piscine ci rilassiamo e ci facciamo coccolare dall’acqua calda che ha un immediato effetto benefico!

Visita il sito

Orari di apertura :

Ora aperto
  • Lunedì 9.00 - 18.00
  • Martedì 9.00 - 18.00
  • Mercoledì 9.00 - 18.00
  • Giovedì 9.00 - 18.00
  • Venerdì 9.00 - 18.00
  • SabatoChiuso
  • Domenica Chiuso

Vuoi unirti a noi?

Sei una scuola sci? Un albergatore? Un tour operator? Se vuoi la tua offerta pubblicata su ski4you gratis ti basterà contattarci

Chat with Alisa Noory

Online
Jessie 25 may 2018 7.51 PM

Vivamus lobortis vel nibh nec maximus. Donec dolor erat, rutrum ut feugiat sed, ornare vitae nunc.

Alica 25 may 2018 7.51 PM

Nulla eget erat consequat quam feugiat dapibus eget sed mauris.

Jessie 25 may 2018 7.51 PM

Sed non neque faucibus, condimentum lectus at, accumsan enim. Fusce pretium egestas cursus..